follow us on social media​



Ginger your life up! 
For NON-CONVENTIONAL world inhabitants!

Follow Me

Copyright © 2018 gingerly foolish - All rights reserved. 

respirazione & prāṇāyāma

Spesso tradotto come "insieme di tecniche respiratorie", in realtà il termine Sanscrito Prāṇāyāma significa molto di più.

Generalmente tradotto come "controllo del respiro" dividendo la parola in "prāṇā-yāma", dove:

prāṇa significa "energia vitale" e yāma "trattenere, controllare" (prāṇa)

Durante i miei studi ho avuto modo di approfondire questo argomento. Trovo una traduzione più appropriata possa essere "estensione dell'energia" inoltre molto più armonica con lo scopo di questa sādhana (pratica con uno scopo).
Questa traduzione deriva dal significato individuale dei termini sanscriti:
      - prāṇa "energia vitale" (spesso identificato con il "respiro" senza il quale la vita cessa, ma in realtà il respiro è uno dei veicoli del prāṇa per la fisiologia del corpo sottile dello Yoga);

e la forma negativa di yāma:
      - āyāma "esteso o prolungato" (prāṇa).

Anche se la respirazione è la prima azione che facciamo in questo mondo, spesso manchiamo di esplorarla correttamente. Il respiro è legato alle nostre emozioni, alla nostra mente e all'efficacia delle nostre azioni. 


GRAZIE ALLE ESERCIZI DI RESPIRAZIONE E AL PRĀṆĀYĀMA, POSSIAMO ATTIVARE L'ENERGIA PER OTTENERE BENEFICI FISICI E MENTALI.


Prāṇāyāma è una importante sādhanā (disciplina, pratica con uno scopo) della cultura Indiana, spesso associato allo Yoga ma presente anche in altri sistemi filosofici. Attraverso l'uso di tecniche di respirazione che alterano intenzionalmente il respiro, possiamo attivare l'energia per ottenere benefici fisici e mentali come:

  • migliorare il funzionamento del sistema cardio-circolatorio;
  • migliorare il funzionamento del sistema respiratorio;
  • tonificare il sistema nervoso e riduce l'ansia e lo stress;
  • calmare la mente e promuovere la concentrazione;
  • aumentare i livelli di energia;​
  • e altro ancora...